CHE DISASTRO DI COMMEDIA di Henry Lewis,
Jonathan Sayer e Henry Shields

Stagione 2017/2018

3 e 4 Febbraio 2018 TEATRO MERCADANTE @ALTAMURA (BA)
6 Febbraio 2018 TEATRO ORFEO @TARANTO
20, 21 e 22 Febbraio 2018 TEATRO MICHELANGELO @MODENA
dal 27 Febbraio all'11 Marzo 2018 TEATRO GIOIELLO @TORINO
dal 5 all'8 Aprile 2018 TEATRO BRANCACCIO @ROMA
10 Aprile 2018 TEATRO CRISTALLO @CESANO BOSCONE (MI)
12 e 13 Aprile 2018 TEATRO SAN ROCCO @SEREGNO (MB)
dal 2 al 13 Maggio 2018 TEATRO CARCANO @MILANO

Infoline
065041647


★★★★ "RIDICOLMENTE DIVERTENTE" The Times
★★★★ "UN TRIONFO DELLA PRODUZIONE" Metro
"HO PIANTO LACRIME DI GIOIA" Independent On Sunday
"UN TRIONFO TEATRALE" Time Out
★★★★ "SQUISITAMENTE COREOGRAFICO" The Independent
"ABBIAMO RISO FINO ALLE LACRIME" Joanna Lumley
★★★★★ "TEMEVO DI ANDARE IN IPERVENTILAZIONE" Daily Mail
"A GUT BUSTING HIT" The New York Times
★★★★ "UNO SHOW DIVERTENTE COSTRUITO AL CULMINE DEL DELIRIO" Financial Times

La commedia


Commedia Inglese che, dal 2012, partendo da un piccolo pub londinese, ha entusiasmato gli spettatori di 7 nazioni in tutto il mondo.

Attualmente in scena a Londra e in vari Teatri Inglesi e Irlandesi, sta per terminare la Tournée Australiana ed è sbarcata a Broadway (NY), prodotta da JJ Abrams.

Nella stagione teatrale 2016/2017 è stata rappresentata per la prima volta in Italia, rimanendo in scena per ben 7 settimane a Roma.

"Che disastro di commedia” nella prossima stagione teatrale  porterà scompiglio e divertimento in numerosi teatri Italiani, tra i quali: Teatro Carcano di Milano, Teatro Brancaccio di Roma, Teatro Michelangelo di Modena, Teatro Gioiello di Torino, Teatro Orfeo di Taranto e molti altri. 


La commedia che va storta.

Prendete una compagnia di giovani attori allo sbaraglio, una scenografia che non sta in piedi, un regista senza talento né esperienze, una prima attrice vittima di svenimenti , un modello che vuol far l’attore a tutti i costi, una direttrice di scena che si improvvisa attrice e fategli recitare un giallo di serie B, con una trama sconnessa, battute indicibili e un finale senza senso.

Aggiungete porte che non si aprono, scene che crollano, oggetti di scena che scompaiono  e ricompaiono come e dove non dovrebbero e gli attori, che come se nulla fosse, continuano a dire eroicamente le loro battute. 

I disastri si accumulano in un crescendo senza controllo e così il divertimento del pubblico. Tutto questo è “Che Disastro di Commedia”, grande successo londinese, per la prima nei teatri di tutta Italia.

 
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.